Hello Scotland

Un altro viaggio.
Un’altra avventura di Henry, tra la voglia di libertà, la scoperta e il sentirsi sempre On the Road. E anche questa volta, come per cAPEnorth, la nostra meta è su, al nord, precisamente in Scozia. Scozia in Ciao.
O meglio “Hello Scotland”.
Questo è il nostro nuovo prodotto, firmato GROBESHAUS in collaborazione con MALOSSI Spa. Circa 2.800 km di viaggio.
Diciamo “circa” perché non essendoci contachilometri sul ciao è un po’ difficile valutare esattamente il numero di chilometri fatti.
Il Ciao utilizzato in questo viaggio è lo stesso de “Il Cinquantino”, rinominato per questa occasione “Fulvio”, rivisto in una configurazione tipica del tamarro anni ‘80/’90 che ama andare fuoristrada. Carter lamellare. Cilindro 65cc. Accensione elettronica Malossi. Variatore multivar. Carburatore da 13. Non poteva però mancare un bel faro giallo vintage, trovato da un vecchio rivenditore di Padova. Come all’epoca, stava attaccato su con due pezzi di camera d’aria poiché le fascette plastiche in dotazione duravano un solo pomeriggio.
La lente gialla rappresenta l’arroganza del classico bullo di quartiere, che garantisce scarsissima visibilità ma faceva girare tutti i ragazzi del campetto da calcio.
Un cavalletto laterale che aumenta l’inaffidabilità del motorino e specialmente sui fondi sabbiosi o fangosi puoi star certo di trovarti il motorino per terra.
Il borsello giallo sul manubrio è sinonimo di “faccio il meccanico e ho sempre tutto”, ma tanto, quando ti si rompe qualcosa ti manca sempre quella chiave per ripararlo. Un classico, invece, sono i
cerchi a raggi.
Quelli in lega ce li avevano solo i figli di papà e guai ad infangarli! Un marmittino per contraddistinguerlo dal Ciao del nonno con cui ci va a fare la spesa, e degli utilissimi soffietti per forcella idraulica, che camuffano le primitive sospensioni del ciao.
Dure come la molla di una penna.
Con questa configurazione il ciao non passava sicuramente inosservato.
In “Hello Scotland”, come anche in “cAPEnorth” e ne “Il Cinquantino”, ritorna il solito concetto che per viaggiare non serve molto. Basta un po’ di fantasia, il piacere di scoprire ed esplorare, la voglia di mettersi in gioco.
Non importa il mezzo che scegli, qualsiasi cosa va bene, la cosa importante è avere fame di avventura e di assaporare ogni singolo metro di strada che hai percorso.
Ed anche in “Hello Scotland” è proprio così.
Un semplice ciao.
Il ciao utilizzato per un viaggio precedente, riadattato per questa nuova avventura

  • CLIENT:

    Malossi

  • DATE:

    Gennaio 18, 2017

  • SHARE: